Ti trovi qui:Home» COVID19 - Archivio notizie»Disposizioni dei sindaci della provincia in merito alla diffusione del CoVid19
Venerdì, 06 Marzo 2020 11:15

Disposizioni dei sindaci della provincia in merito alla diffusione del CoVid19

Seguendo le indicazioni del Governo, della Regione e rispetto a quanto condiviso con i sindaci della Provincia di Siena e sino a nuove disposizioni, CON LO SCOPO DI CONTENERE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19, si raccomanda quanto segue:


1) manifestazioni, eventi e spettacoli
Sono sospesi gli eventi, le manifestazioni e gli spettacoli, di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;


2) attività associative e ludiche in genere
Cene associative, feste, sagre, assemblee, manifestazione ludico ricreative di qualsiasi genere o quant'altro provochi un assembramento di persone in spazi costipati è da ritenersi sospeso, ad eccezione dei mercati rionali/settimanali.


3) biblioteche comunali sono aperte al pubblico solamente per i prestiti; (su questo punto resta la discrezionalità per situazioni particolari)


4) piccoli Musei, se ne consiglia la chiusura salvo aperture con prenotazione; (su questo punto resta la discrezionalità per situazioni particolari)


5) Attività sportive e motorie
- per le attività agonistiche di competenza delle singole federazioni, spetta all’organo federale ogni decisione sul tenerle o meno individuandone anche i criteri di accesso nel rispetto delle norme vigenti;
- le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.
- Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, se ne consiglia la sospensione salvo il caso degli sport svolti in forma individuale. Per chi intenda proseguire l’attività lo può fare a condizione che effettui ogni controllo idoneo e necessario a contenere il rischio diffusione del virus COVID-19, anche realizzando dei piani di lavoro che prevedano uno scaglionamento degli accessi, la messa a disposizione di strumenti di igienizzazione e sia garantita l’intensificazione e pulizia durante tutti i turni di ingresso e comunque sempre nel rispetto del DPCM 4.3.20 e s.m.i.

6) Funzioni religiose, funerali e matrimoni, saranno tenute secondo le indicazioni fornite dall’autorità ecclesiastica che attualmente precede la sospensione della catechesi, la partecipazione ai funerali solo da parte dei familiari prossimi, nessun funerale all’interno delle cappelle degli ospedali o delle RSA, viene sospesa la benedizione delle abitazioni e le cresime si terranno alla sola presenza dei padrini e genitori. Durante le funzioni religiose s’invitano i fedeli di mantenere un’adeguata distanza tra le sedute.


7) Residenze sanitarie e presidi medici
- RSA – l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;
- Presidi medici in genere - è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), presidi medici di qualsiasi tipo e ciò salve specifiche diverse indicazioni del personale preposto;


RACCOMANDAZIONI GENERALI


- mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
- lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
- evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
- evitare abbracci e strette di mano;
- igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
- evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
- non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
- coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
- non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
- pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
- usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.