17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia

Dettagli della notizia

Per testimoniare l'impegno dei nostri Enti contro l'odio e la discriminazione, è esposto all’esterno dei Palazzi Pubblici lo striscione dedicato alla Giornata.

Data:

17 Maggio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

In occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia di oggi, venerdì 17 maggio, la Provincia e i Comuni del territorio senese aderenti alla Rete Re.a.dy - Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere -  ribadiscono il loro impegno a rispettare, proteggere e promuovere il pieno ed eguale godimento dei diritti umani delle persone LGBTIQA+, affinché ogni individuo possa essere sé stesso e amare chi desidera, sempre e ovunque.

La data del 17 maggio in cui si celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, ricorda la decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (1990) di rimuovere l'omosessualità dalla lista delle malattie mentali.

Helena Dalli, Commissaria europea per l'Uguaglianza, ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è fare dell'Unione europea uno spazio in cui tutti sono liberi di essere sé stessi e amare chi desiderano. Solo facendo sì che le società siano accoglienti e inclusive possiamo garantire un’Unione dell’uguaglianza."

In questo 2024 i partner Re.a.dy aderiscono alla Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, ponendo al centro il tema delle famiglie omogenitoriali, con la campagna “Dov’è la differenza”. 

“Dov’è la differenza?” è la domanda che vuole evidenziare come, pur apparentemente uguali, le famiglie omogenitoriali attualmente non abbiano gli stessi diritti di tutte le altre famiglie.

Per testimoniare l'impegno dei nostri Enti contro l'odio e la discriminazione, è esposto all’esterno dei Palazzi Pubblici lo striscione dedicato alla Giornata.

Fonte: Provincia di Siena

Ultimo aggiornamento: 17/05/2024, 11:52